AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOC

Prezzo:

60,00

Aggiungi alla wishlist
Aggiungi alla wishlist
-+
Acquista

AMARONE DELLA VALPOLICELLA DOC

TRABUCCHI

Regione: VENETO

Impeccabile, nel corso degli anni l’Amarone della Valpolicella targato Trabucchi è riuscito ad affermarsi come una delle più belle interpretazioni di tutta la denominazione. Si tratta infatti di un grandissimo vino rosso, profondo e vellutato, frutto di un appassimento dei grappoli che si protrae fino a gennaio e che viene lasciato maturare in barrique e botti grandi per ben 24 mesi. Un Amarone che dimostra quanto di buono realizzato dai Trabucchi ad Illasi e tutte le potenzialità di questa bellissima zona ad est di Verona.

Uvaggio

corvina 40%, corvinone 40%, rondinella 10%, croatina 5%, oseleta 5%

Gradazione alcolica

Gradazione alcolica: 16%

Produttore

È a est di Verona, non lontano dal bellissimo comune di Illasi, che si trova una delle cantine più interessanti di quella che viene comunemente definita come la “Valpolicella allargata”. Stiamo parlando dell’azienda vitivinicola di Giuseppe Trabucchi.
Una realtà che nel corso degli anni si è distinta per la definizione stilistica unica dei propri vini, figli delle migliori condizioni possibili: dai suoli alle esposizioni, fino ovviamente alle particolari caratteristiche del microclima. Se è infatti vero che la zona “classica”, quella dei comuni di Fumane, Marano, Negrar, Sant'Ambrogio e San Pietro in Cariano, è spesso sinonimo di garanzia, è anche vero che al di fuori di quest’area geografica, e ancor di più in Valpantena, sono la cantina e la conduzione enologica a fare la differenza. Quella di Giuseppe Trabucchi è un’azienda che si estende per circa 33 ettari, dei quali 25 sono impiantati a vigneto e circa otto a oliveto.
Certificata biologica da oltre 15 anni, l’impresa coltiva le proprie vigne nel massimo rispetto di ambiente, natura ed ecosistema, per cui tra i filari è bandito qualsiasi impiego di trattamento chimico, e ogni intervento è mirato a preservare l’integrità delle piante e del frutto. In cantina, gli ottocenteschi locali storici sono stati ampliati con nuovi spazi, che arrivano a coprire una superficie complessiva di circa 3500 metri quadrati, dove si incontrano le più moderne strumentazioni enologiche, impiegate sempre nell’ottica di rispettare le più antiche tradizioni locali. In questa maniera, in virtù delle straordinarie qualità intrinseche delle uve, e sfruttando conoscenze e competenze poco meno che secolari, prendono vita etichette capaci di raggiungere i vertici delle denominazioni di appartenenza.

Potrebbe interessarti anche...

VENETO