ROMA COC ROSSO

ROMA COC ROSSO

CANTINA CASTELLO DI TORRE IN PIETRA

Regione: LAZIO

Formato: 0,75 l

L’assemblaggio della DOC Roma, cerca di restituire l’identità del vino che, dalle stesse morbide colline esposte al sole e attraversate da delicate brezze descritte dai testi di enologia dei Romani, viene prodotto in questa area da millenni. Un insieme di vitigni a bacca rossa autoctoni del centro Italia già coltivati nell'antichità.

Uvaggio

Montepulciano 50% Cesanese, Syrah, e altre varietà a bacca rossa

Abbinamento

Accompagna bene antipasti di salumi e formaggi ed i piatti della cucina tradizionale romana, sia i primi con sughi bianchi o rossi che i secondi di carni e frattaglie, nonché ricotte e formaggi di pecora.

Profumo

Colore rosso rubino con riflessi brillanti. Al naso sentori dolci di frutta rossa , visciole mature, note calde e avvolgenti in perfetto equilibrio con le sensazioni gustative, che sono fruttate ed eleganti, senza sbavature, senza eccessi. Un vino di grande armonia e piacevolezza.

Gradazione alcolica

Gradazione alcolica: 14%

Temperatura

14°/16°

Solfiti

Contiene solfiti

Produttore

L’azienda è situata nel borgo medievale del Castello di Torre in Pietra, dove l’esistenza dei vigneti è documentata dal XVI secolo, quando il fondo apparteneva alla famiglia Peretti di Papa Sisto V. La cantina è stata ricavata scavando il tufo della collina retrostante il Castello e la documentazione storica ne fa cenno per la produzione e conservazione di vino già dal 1500. Nel 1926, la tenuta venne rilevata dal Senatore Luigi Albertini a seguito della vendita del Corriere della Sera, di cui era direttore e proprietario, compiendo numerose opere di bonifica dei terreni circostanti e potenziando l’attività vitivinicola con l’ampliamento della cantina esistente e l’impiantazione di nuovi vigneti. Dall’inizio del 2000 la cantina vanta la certificazione di azienda vinicola biologica, operando nel modo più naturale possibile, sia in vigna che in cantina, eliminando l’utilizzo di pesticidi e diserbanti chimici e limitando al massimo l’aggiunta di anidride solforosa; ciò porta ad avere una cura e attenzione maggiore in termini di controllo e prevenzione per garantire la miglior qualità delle uve e la produzione di ottimi vini salutari. Una cantina intrisa di storia in grado di affrontare le molteplici sfide dell’enologia moderna.

Altro da questa cantina

CANTINA CASTELLO DI TORRE IN PIETRA

Potrebbe interessarti anche...

LAZIO